Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

25 settembre 2017

Unimpresa: Fisco evaso per 86,9 miliardi l’anno

Fisco evaso per 86,9 miliardi l’annoLa media dell’evasione fiscale in Italia è attestata, nei sei anni che vanno dal 2010 al 2015, a 86,9 miliardi di euro. Lo sostiene il Centro studi Unimpresa che ha analizzato la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza(Def). Il picco massimo è stato raggiunto nel 2011 con 90,2 miliardi di euro, il minor livello nel 2010 con 83,04 miliardi; ne 2012 la media di evasione si è attestata a 86,9 miliardi, nel 2013 a 87,5 miliardi, nel 2014 a 89,06 miliardi e nel 2015 a 85,2 miliardi. Tra le imposte più evase figurano l’IRPEF e l’IVA. La tassa sui redditi registra mancati versamenti medi per 30,7 miliardi, mentre per quanto riguarda il balzello sui consumi sfuggono all’amministrazione finanziaria 35,5 miliardi. Nel dettaglio, nel 2015 si sono registrati mancati versamenti di IRPEF per 31,6 miliardi, di IRES(imposta sul reddito delle società) per 10,2 miliardi, di IVA per 34,7 miliardi, di IRAP(imposta regionale sulle attività produttive) per 8,1 miliardi, di imposta sulle locazioni per 1,3 miliardi e del canone Rai per 1 miliardo.

Leggi tutto

La fibra FTTH di Vodafone

Vodafone offerta fibra FTTHLa “vera” fibra ottica è arrivata a Napoli. La tecnologia Fiber to the Home(FTTH), l’unica in grado di garantire una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo(Gbps) sia in download che upload, è disponibile nei quartieri di Fuorigrotta e Scampia. La rete è stata realizzata da Open Fiber, la società controllata da Enel con cui il colosso energetico è entrato nel mercato della fibra ottica in Italia.

Leggi tutto

In Germania vince il populismo della Merkel

Angela MerkelI risultati finali provvisori delle elezioni in Germania premiano i conservatori di Cdu-Csu con il 33%. Il partito guidato da Angela Merkel perde l’8,5% rispetto al 2013. In crescita al 76,2% l’affluenza alle urne per il rinnovo del Bundestag. La Spd, i socialdemocratici di Martin Schulz, arriva ad un misero 20,5%(-5,2 rispetto al 2013). Per i socialdemocratici si tratta del minimo storico.

Leggi tutto

24 settembre 2017

Che fine hanno fatto gli euro degli SMS per i terremotati?

SMS solidali. Neanche un soldo ai terremotatiNemmeno un euro dei 33 milioni che gli italiani hanno donato attraverso SMS da 2 euro l’uno o attraverso bonifici di solidarietà è finito a beneficio delle popolazioni terremotate di Amatrice, Accumoli, Arquata o Pescara del Tronto e degli altri comuni terremotati il 24 agosto 2016. Lo ha rivelato ad Atreju 2017 il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. Il Primo cittadino racconta che sono arrivati i soldi della solidarietà degli italiani, ma non quelli raccolti con gli SMS.

Leggi tutto

23 settembre 2017

Cgia: Lombardia regione più tartassata d’Italia

TartassatiI residenti in Lombardia sono quelli più vessati dal sistema tributario italiano. Lo rivela un rapporto della Cgia di Mestre. L’associazione ha messo a confronto il gettito di imposte, tasse e tributi versati allo Stato, alle Regioni e agli Enti locali dai lavoratori dipendenti, dagli autonomi, dai pensionati e dalle imprese residenti in Italia.

Leggi tutto

22 settembre 2017

Il lavoro rifiutato dagli italiani e accettato dai migranti

MigrantiI migranti servono per occupare i posti di lavoro rifiutati dagli italiani e per pagare le pensioni. Questo è il ritornello che sentiamo spesso in televisione. Una domanda sorge spontanea: quali sono i lavori che vengono rifiutati dagli italiani “viziati”? Nella maggioranza dei casi sono impieghi sottopagati senza un contratto regolare. L’ultimo caso è accaduto in Calabria.

Leggi tutto

21 settembre 2017

Inps: Assunzioni a tempo indeterminato solo per il 24,2%

PrecariLavoro a tempo indeterminato con segno meno nei primi sette mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo comunica l’Inps nel suo Osservatorio sul precariato. Le assunzioni a tempo indeterminato sono state 731.681, 34.936 in meno(-4,6%) rispetto allo stesso periodo del 2016. Nei primi sette mesi del 2015 erano state 1.109.661.

Leggi tutto

E’ giusta la riforma dell’abbonamento strisce blu a Napoli?

Strisce bluL’azienda napoletana mobilità(ANM) rischia il fallimento. Lo scorso marzo il Comune di Napoli ha dato l’ok al piano di salvataggio che prevede tra le altre cose l’aumento dell’abbonamento strisce blu per i residenti del centro storico. La vecchia tariffa unica di 10 euro all’anno è stata cancellata e sostituita con una progressiva in base al reddito ISEE.

Leggi tutto

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata